METEOOSTIA E LE TERZE PARTI OSPITATE NON UTILIZZANO COOKIE O ALTRO PER RACCOGLIERE I TUOI DATI PERSONALI.
PUOI CONTINUARE LA TUA NAVIGAZIONE IN QUANTO NON E' NECESSARIO IL TUO INTERVENTO.

 

 

 

 

 

I FRONTI ATMOSFERICI

 

I confini tra due masse d'aria con diverse caratteristiche fisiche vengono definiti FRONTI.
Sulle cartine del tempo vengono contraddistinti da linee colorate in modo differente e sono associati a delle forme geometriche.
Per l'esattezza, i fronti caldi vengono contraddistinti da linee di colore rosso con semicerchi orientati nella direzione di spostamento, mentre i fronti freddi sono contraddistinti da linee di colore blu con triangolini sempre orientati verso la direzione di spostamento.
Oltre ai due tipi di fronti principali ne esiste un altro che viene generato dalla fusione dei primi due (quindi ne possiede entrambe le caratteristiche) chiamato fronte occluso che viene contraddistinto da linee di colore viola con semicerchi alternati a triangolini. 

 

 

L'osservazione dello spostamento dei fronti nel tempo e nello spazio fornira' maggiori informazioni riguardo le variazioni delle condizioni del tempo per le prossime ore in un dato luogo.
Qui di seguito si possono vedere quali sono le cause e le conseguenze che si possono verificare con l'arrivo dei fronti.  


FRONTE CALDO:
Se una massa d'aria calda si dirige verso una zona ad aria piu' fredda, si dice che sta arrivando un fronte caldo.
L'aria in arrivo, essendo piu' calda di quella esistente, tendera' a scorrerle sopra e lo fara' fin quando non incontra il punto di condensa dove si cominceranno a formare le nuvole.
Le prime nubi che si formeranno saranno alle alte quote e saranno sottili, cioe' i Cirri, osservabili nella figura
( Ci = Cirri, Cs= Cirro Strati ).
Successivamente si formeranno nubi alle medie altezze, via via piu' spesse  ( As = Alto Strati e Ns = Nembo Strati ) che possono produrre precipitazioni e vento moderato.
Gli effetti di un fronte caldo non sono di grande intensita' e durata. La sua permanenza e' dell'ordine di uno o due giorni.

 


 

 

FRONTE FREDDO:
Se invece una massa d'aria fredda si dirige verso una zona con aria piu' calda, si dice che sta arrivando un fronte freddo. Questo tipo di fronti sono caratteristici delle zone di bassa pressione.
L'aria in arrivo, essendo piu' fredda di quella esistente, tendera' ad incunearsi al di sotto facendola sollevare con decisione.
Questo sollevamento produce una forte instabilita' e forti moti convettivi che faranno sviluppare nubi cumuliformi di grandi dimensioni fino ad arrivare ai Cumulonembi temporaleschi.
Le piogge saranno intense e il vento sara' forte a causa della depressione che si crea al di sotto del fronte dovuto al sollevamento.
Come si puo' vedere dalla figura i cumulonembi possono svilupparsi molto in altezza fino ad arrivare al limite della troposfera ( tropopausa ).
Gli effetti e il tempo di permanenza del fronte freddo sono piu' lunghi e intensi di quello caldo. Essi possono permanere anche per piu' giorni.